Chiesa di San Martino

Antoon van Dyck (1599-1641)

San Martino che divide il suo mantello
Van Dyck Sint Martinuskerk Zaventem

Cosa faceva Antoon van Dyck a Zaventem? Era diretto a Roma, ma l'amore lo fece fermare a Zaventem. Fermatevi qui anche voi, sulla strada verso l'aeroporto, per ammirare la raffinata pittura barocca di questo Maestro, che è tra l'altro annoverata tra i Capolavori fiamminghi.

De liefdadigheid van Sint-Martinus

Chiesa di San Martino

Il basamento della torre testimonia che l’edificio, in origine, era una chiesa romanica (1100 circa). L'attuale chiesa gotica in pietra arenaria calcarea risale principalmente al 1500-1600 e venne poi ampliata nel XIX secolo. E’ stata recentemente sottoposta a restauro, sia degli interni che degli esterni.

San Martino che divide il suo mantello

Martino di Tours, vescovo del IV secolo, era un santo molto popolare in Francia e in Belgio, e non solo. Secondo la leggenda, in una fredda giornata di pioggia, il Santo divise in due il suo mantello e ne donò metà a un mendicante. Antoon van Dyck realizzò l’opera mentre, ancora ventenne, era assistente e collaboratore di Rubens. Forse era stata commissionata a Rubens stesso, che non ebbe però tempo di occuparsene personalmente. In ogni caso, Van Dyck la realizzò appositamente per la chiesa, tenendo conto della luce proveniente da destra.

Informazioni pratiche

Indirizzo

Kerkplein 1
1930 Zaventem
Belgio
Visualizza le indicazioni

Orari di apertura

  • Dal 1° ottobre al 31 marzo, dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 16.30.

  • Dal 1° aprile al 30 settembre, dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 18.

Accessibilità

  • Parcheggio per disabili

  • Percorsi orizzontali

  • Ingresso accessibile alle sedie a rotelle

  • Panchina

Informazioni utili

  • Ingresso gratuito

Altri siti nelle vicinanze

Topstukken